Caniba

Francia, USA, 2017, 96' 

Ritratto inquietante e sconvolgente di Issei Sagawa che uccise una sua compagna di studi e ne mangiò parte del corpo a Parigi nel 1981. Dichiarato incapace di intendere e di volere, dopo due anni di reclusione in una clinica francese, venne deportato in Giappone, dove scrisse un libro e realizzò un manga sul suo crimine.
Nel tentativo di sondare i motivi alla base del suo atto, Castaing-Taylor e Paravel gli fanno visita, trovando un uomo parzialmente paralizzato da un ictus e affidato alla tutela del fratello. Il rapporto tra i due diviene il centro potente ed estraniante del film che, con i suoi primi piani ravvicinati, non rifugge il confronto con un tema esistenziale dalle insondabili risposte. Il contrasto irriconciliato tra l'orrore cannibalistico del crimine e l’attuale condizione di impotenza di Sagawa, così come quello tra l'amore dei fratelli per gli animali imbalsamati e i loro desideri sessuali estremi, conduce gli spettatori in una posizione di scomodità esistenziale, per una riflessione sullo sconvolgente significato del desiderio cannibalistico che induce a prendere coscienza dei lati più sconcertanti dell'esistenza umana.

Disponibile online sulla piattaforma MYmovies.it dal 9 novembre ore 18:30 al 12 novembre ore 18:30.

The event is finished.

Ora locale

  • Fuso orario: Europe/Paris
  • Data: 09 Nov 2022
  • Ora: 18:30

Sala

Spazio Alfieri
Spazio Alfieri - Via dell'Ulivo, 8, 50122 Firenze

Sala 2

Online - My Movies
www.mymovies.it
Verena Paravel e Lucien Castaing-Taylor

Regista

Verena Paravel e Lucien Castaing-Taylor

Verena Paravel e Lucien Castaing-Taylor collaborano come antropologi visuali al Sensory Ethnography Laboratory dell'Università di Harvard. Le loro opere audiovisive fanno parte delle collezioni permanenti del MoMa di New York e del British Museum di Londra. Tra i musei che le hanno ospitate anche la Tate Modern di Londra, il Whitney Museum di New York, il Centre Pompidou di Parigi e la Kunsthalle di Berlino. Il loro primo film insieme, Leviathan (2012), ha ricevuto il Premio FIPRESCI al Locarno Film Festival nel 2012. Somniloquies (2016), presentato alla Berlinale nel 2017, fu commissioato ai due autori dalla manifestazione quinquennale documenta 14, assieme a Commensal (2017). Nel 2018 Caniba (2017) ha vinto il Premio Speciale della Giuria alla 74ª Mostra del Cinema di Venezia. The Fabric of the Human Body (2022), il loro quarto film, è stato selezionato per la Quinzaine des Réalisateurs del Festival di Cannes 2022.

Scroll to Top